Nel mare ci sono i coccodrilli

Nel mare ci sono i coccodrilli 2020-09-13T11:34:37+02:00

Venerdì 23 ottobre 2020

NEL MARE CI SONO
I COCCODRILLI

di Fabio Geda

con Paolo Briguglia

Se nasci in Afghanistan, nel posto sbagliato e nel momento sbagliato, può capitare che, anche se sei un bambino alto come una capra, e uno dei migliori a giocare a Buzul-bazi, qualcuno reclami la tua vita. Tuo padre è morto lavorando per un ricco signore, il carico del camion che guidava è andato perduto e tu dovresti esserne il risarcimento.

Ecco perché quando bussano alla porta corri a nasconderti. Ma ora stai diventando troppo grande per la buca che tua madre ha scavato vicino alle patate. Così, un giorno, lei ti dice che dovete fare un viaggio. Ti accompagna in Pakistan, ti accarezza i capelli, ti fa promettere che diventerai un uomo per bene e ti lascia solo.

Da questo tragico atto di amore hanno inizio la prematura vita adulta di Enaiatollah Akbari e l’incredibile viaggio che lo porterà in Italia passando per l’Iran, la Turchia e la Grecia. Un’odissea che lo ha messo in contatto con la miseria e la nobiltà degli uomini, e che, nonostante tutto, non è riuscita a fargli perdere l’ironia né a cancellargli dal volto il suo formidabile sorriso.

Enaiatollah ha infine trovato un posto dove fermarsi e avere la sua età.
Nel mare ci sono i coccodrilli è la sua storia.

Paolo Briguglia

Paolo Briguglia

Nasce a Palermo nel 1974. Lascia gli studi universitari per iniziare a studiare arte drammatica a Roma. Inizia la sua carriera d’attore a teatro, per poi alternare ruoli cinematografici a ruoli televisivi.

Nel 2000 partecipa al grande successo di Marco Tullio Giordana “I cento passi“ interpretando il fratello di Peppino Impastato. È sul grande schermo ne “Il manoscritto del principe”e “Paz!”. In televisione compare nelle miniserie “Francesco”, “Giulio Cesare” e “L’inganno”. Nel 2003 vince il Globo d’oro come migliore attore esordiente.
Recita in diverse pellicole per il cinema tra cui “Stai con me” e “La terra” per cui riceve la candidatura come migliore attore rivelazione, proseguendo con produzioni come “La siciliana ribelle”, “Baarìa“,”Tris di donne & abiti nuziali” e “La cosa giusta”

È presente in molte fiction televisive Mediaset e Rai, tra cui “Giovanni Falcone – L’uomo che sfidò Cosa Nostra”, “Era mio fratello”, “Tutto può succedere”, “Non mentire”.

Fabio Geda e Enaiatollah Akbar

Fabio Geda

Nasce a Torino nel 1972, dove tuttora vive e lavora. Si occupa di disagio minorile e animazione culturale. Scrive su Linus e su La Stampa sui temi del crescere e dell’educazione.
Dopo aver vinto con il suo primo romanzo, Per il resto del viaggio ho sparato agli indiani (2007) il Premio Miglior Esordio Fahrenheit si è aggiudicato nel 2009 il Premio Grinzane con L’esatta sequenza dei gesti.

La fama definitiva è arrivata poi con la pubblicazione di Nel mare ci sono i coccodrilli (2010), tradotto in oltre trenta paesi.
Seguono L’estate alla fine del secolo (2011), Se la vita che salvi è la tua (2014), Anime scalze (2019), Una domenica (2019) e la serie per ragazzi Berlin (2015-2016).

Il suo libro “Nel mare ci sono i coccodrilli”, da cui è tratto lo spettacolo, è presente nella rete delle Biblioteche di Maremma.
Clicca qui per verificare la disponibilità